Medicina Bassa Intensità - POT Presidio Ospedaliero Territoriale

Descrizione:

Il POT rappresenta un nuovo modello organizzativo e funzionale, finalizzato alla presa in carico proattiva di persone affette da patologie cronico-degenerative, note o di nuova diagnosi. Le attività sono organizzate in aree specifiche d’intervento profondamente integrate tra loro al fine di poter rispondere ai bisogni della persona affetta da patologia cronica sia durante le fasi di stabilità, sia durante il ricovero ospedaliero.
1) Area Internistica di Indirizzo Riabilitativo Respiratorio
Degenza: 40 posti letto organizzati secondo percorsi assistenziali differenziati: Percorso geriatrica, Percorso Riabilitativo Respiratorio, Percorso Subacuto. E’ organizzata per consentire un utilizzo elastico dei posti letto con il fine di accogliere pazienti con patologie croniche in fase di riacutizzazione di omogenea “complessità” ma afferenti a discipline mediche diverse, legando in modo flessibile, dinamico e coerente offerta a domanda. Il Piano Assistenziale Individuale di fase ospedaliera è lo strumento operativo adottato al fine di garantire percorsi di cura personalizzati, strutturati in funzione dei diversi livelli di gravità e delle potenzialità individuali di prevenzione e recupero delle disabilità
Attività ambulatoriali:
Riabilitazione respiratoria: visita specialistica, Emogasanalisi, spirometria semplice, 6minWT, polisonnografia, esercizi respiratori, drenaggio bronchiale
Insufficienza respiratoria: visita specialistica, Emogasanalisi,
Unità Valutazione Alzhaimer: visita specialistica
Macroattività Ambulatoriale Complessa: adattamento a presidi di assistenza ventilatoria
2) Servizio per la presa in carico e la gestione della cronicità
Obiettivo: Confermare e se necessario stadiare la malattia cronica, definire il PAI (Piano assistenziale individuale) in linea con i PDTA (percorsi diagnostico-terapeutici ed assistenziali) ricomporre i percorsi di cura ed assistenza per rispondere ai bisogni complessivi del paziente e della sua famiglia, rendicontare le attività programmate e erogate.
Organizzazione. Gruppo multiprofessionale formato da un “infermiere coordinatore”, infermiere di famiglia (case manager), personale medico specialistico e Medici di Medicina Generale e personale amministrativo.
Servizio di Telesorveglianza domiciliare
Al Servizio per la presa in carico e la gestione della cronicità è affidata la gestione del servizio di Telesorveglianza secondo i protocolli regionali (NRS) riservati ai pazienti affetti da BPCO grave e molto grave e Scompenso cardiaco II e III classe NYHA, Il servizio si avvale di un Home care provider che garantisce la pronta disponibilità telefonica 24/24 ore 365 gg/anno, fornisce gli strumenti hardware e software al paziente ed agli operatori, e ne garantisce la manutenzione.
Il Coordinatore di Progetto Telesorveglianza, si occupa della selezione del paziente, in collaborazione con i medici di MMG e gli specialisti, della pianificazione dell’attività infermieristica di telesorveglianza, della gestione delle criticità cliniche ed organizzative, della conservazione dei dati sensibili acquisiti. (effettuare nel Servizio)
3) Ambulatorio Infermieristico Territoriale
Accesso programmato per l’utenza esterna e con accesso diretto su richiesta del POT.. E’ preposto alla promozione di stili di vita salutari, con particolare riferimento alla prevenzione primaria e secondaria ed orientato al recupero delle capacità funzionali attraverso la presa in carico dei pazienti e l’erogazione di cure infermieristiche che non richiedono ricovero ospedaliero: medicazioni semplici ed avanzate, iniezione ed infusione di farmaci, rilevamento di parametri vitali.
Promuove attività proprie dell’infermieristica di comunità favorendo le relazioni di rete tra professionisti e servizi sanitari. Gli Infermieri operano attraverso: l’utilizzo di protocolli assistenziali, l’utilizzo della cartella infermieristica, la somministrazione di questionari di Customer Satisfaction per la valutazione del livello di gradimento del servizio reso.
L’integrazione tra i servizi attivi presso il POT persegue l’obiettivo di “prendersi cura del paziente”.

Direttore:

Sara Forlani

Medicina Bassa Intensità - POT Presidio Ospedaliero Territoriale

Ospedale Delmati - 6° piano - Sant'Angelo Lodigiano
Direttore
Telefono

0371.373241

Fax 

0371.373385

e.mail

giovanna.saba@asst-lodi.it